Casagiardino

A chi non è capitato di imbattersi in un cane o gatto senza casa? Non è certo difficile: ce ne sono a milioni. Se per i gatti non si parla di problema sociale, per i cani il discorso è differente perché possono inselvatichirsi e diventare un pericolo per l’uomo, come purtroppo ci ricorda periodicamente la cronaca.

SE TROVI UN CANE

Avvicinati all’animale con calma. Non camminare in maniera diretta verso di lui: il cane potrebbe interpretare questo gesto come una minaccia, spaventarsi e scappare o diventare aggressivo. Stai accucciato e presta attenzione ai suoi segnali: denti scoperti, ringhi, pelo irto devono metterti in guardia. Nei cani più difficili, se il cane è molto impaurito e diffidente, è meglio non avvicinarsi e far intervenire gli esperti del canile, della ASL o di una delle associazioni di tutela degli animali presenti in tutta Italia. Se invece si lascia avvicinare puoi rifocillarlo con un poco di acqua e di cibo. Il cibo, spesso, è anche un modo per fare “amicizia” e per far capire all’animale che non vogliamo fargli del male.

SE TROVI UN GATTO

Se si tratta di una gatto che si è perso o è stato abbandonato ed è abituato al contatto con l’uomo non dovresti avere grandi difficoltà ad avvicinarlo. Se proprio è timido prova ad offrirgli un po’ di cibo. Se invece si tratta di un gatto randagio oppure di un gatto molto spaventato, riuscire a prenderlo potrebbe essere molto difficile. In questo caso è meglio rivolgersi a una delle numerose associazioni per la tutela degli animali, che hanno le competenze e le attrezzature necessarie per recuperarlo senza eccessivi traumi.